Home » PARLIAMO DI DIRITTI

PARLIAMO DI DIRITTI


Novità scuola sulla valutazione degli alunni con disabilità

Come sottolineato spesso, il decreto n. 66/17, è dedicato esplicitamente all’inclusione scolastica; tuttavia, altre importanti implicazioni sono contenute nel decreto n. 59, riguardante la formazione dei docenti per il sostegno didattico e nel decreto n. 62/17, concernente la valutazione nel primo ciclo ed esami di stato.

Sulla tematica nei mesi scorsi si era acceso un vivace dibattito in quanto, nel testo presentato in bozza, era previsto il conseguimento del diploma di primo grado solo in caso del superamento di prove d’esame di tipo equipollente, ricalcando in qualche modo quanto previsto per gli esami finali delle scuole di secondo grado.

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

Osservazioni Comitato ONU

L’Organizzazione delle Nazioni Unite è un’organizzazione internazionale formata da molti Paesi
che lavorano per mantenere la pace nel mondo e per tutelare i diritti delle persone.
Nell’ONU lavora il Comitato sui Diritti delle Persone con Disabilità.
Il Comitato è un gruppo di persone che lavora per far rispettare la Convezione Onu sui diritti delle
persone con disabilità e quindi per far rispettare i diritti delle persone con disabilità
di tutto il mondo. Nel 2016 il Comitato ha scritto un documento dove dice se in Italia la Convenzione Onu è rispettata
e se i diritti delle persone con disabilità sono rispettati.

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

Un marchio che garantirà l'inclusione lavorativa

Sta ora per prendere concretamente il via la rete europea degli alberghi e dei ristoranti Valueable, che realizzerà le finalità del progetto continentale OMO: le strutture di accoglienza e ristorazione che vi aderiranno, infatti, si impegneranno a diversi livelli ad includere persone con disabilità intellettiva all’interno del proprio personale, offrendo la possibilità di effettuare degli stage (con l’impegno di un tirocinio ogni due anni), fino all’assunzione vera e propria.

 

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

 

Inclusione scolastica legge 107 "La Buona Scuola"

«Dalla lettura approfondita che tutte le Associazioni di e per persone con disabilità hanno finora fatto dello Schema di Decreto sull’inclusione scolastica – scrive Gianluca Rapisarda –ovvero della relativa e tanto decantata Delega della Legge 107/15 (cosiddetta “La Buona Scuola”), c’è il timore che quest’ultima si riveli un semplice “topolino partorito dalla montagna”, ovvero una “leggina” assolutamente priva di una visione organica, strategica, “di sistema”».

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

Inclusione Scolastica

«In Italia gli studenti con disabilità non sono segregati»: lo dicono da “Zero Project”, importanteiniziativa internazionale che fa riferimento all’ONU e alla Convenzione delle Nazioni Unite sui

Diritti delle Persone con Disabilità e questo frutta al nostro Paese un prestigioso riconoscimento.

Ma sapranno valorizzarlo le nostre Istituzioni, rendendo finalmente effettiva l’inclusione per tutti gli studenti con disabilità? O lasceranno cadere a pezzi anche questo “tesoro”, come purtroppo succede per tanti siti storici?

Ascensore in condominio e barriere architettoniche in condominio



Per installare un ascensore volto a facilitare la vita di un condomino disabile comunque non è possibile bypassare alcuni articoli cardine del Codice Civile.
Prendiamo spunto da una recente sentenza della Corte di Cassazione per parlarvi di
condomini, ascensori, mobilità e abbattimento delle barriere architettoniche.

Il collocamento delle persone con disabilità all'estero

Il collocamento delle persone con disabilità all'estero

La crisi occupazionale con il conseguente alto tasso di disoccupazione delle persone disabili, la lunga permanenza nelle liste speciali  del collocamento mirato senza alcuno sbocco lavorativo, spinge molti giovani disabili alla ricerca di un lavoro all’estero.
Questi giovani si domandano se il sistema delle quote obbligatorie e l’iscrizione in liste speciali si applica anche in altri paesi europei e soprattutto se il riconoscimento dell’invalidità civile rilasciato in Italia può valere anche all’estero.

 

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

IMPORTANTE SENTENZA CONTRO LE “CLASSI POLLAIO”

Superando.it - Tramite la recente Sentenza n. 1367/16, il Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) della Toscana ha annullato la composizione della prima classe di un liceo, in quanto costituita – in presenza didue alunni con disabilità – da trentuno alunni in totale. Un pronunciamento, quindi, che, come già avvenuto in passato anche in altre Regioni, si è rivolto contro le cosiddette “classi pollaio”.

 

 Per continuare a leggere clicca sul seguente link

Disabilità, in Lombardia un caso di discriminazione al giorno

Nel corso del primo anno di attività, al Centro Antidiscriminazione Franco Bomprezzi sono arrivate circa 1.300 segnalazioni e richieste. Tra queste, ben 236 erano relative a casi di discriminazione.

Nel corso del primo anno di attività (1° luglio 2015 – 30 giugno 2016) sono state 1.281 le segnalazioni e le richieste di informazioni giunte al Centro Antidiscriminazione Franco Bomprezzi di LEDHA – Lega per i diritti delle persone con disabilità. Di queste segnalazioni, ben 236 erano relative a casi di discriminazione che sono stati presi in carico dai legali. Contando solo le giornate lavorative di questo primo anno ed escludendo il mese di agosto, al Centro Antidiscriminazione è stato segnalato quasi un caso di discriminazione al giorno.

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

Passa la legge "Dopo di Noi"

Giovedì 4 febbraio la Camera dei Deputati ha approvato un disegno di legge che sui social network e sui giornali è stato chiamato “dopo di noi”, e che si occupa delle persone con disabilità gravi che restano senza sostegno familiare. La proposta è stata approvata con 374 voti favorevoli e 75 contrari in prima lettura, ora passerà all’esame del Senato. Si tratta di un testo unificato di sei diverse proposte di legge presentate da PD, Lega, Scelta Civica e Area popolare, su cui si è trovato un consenso trasversale, con la sola eccezione del Movimento 5 Stelle che ha accusato la legge di “favorire le assicurazioni” e i “privati”.

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

BLOG ANFFAS

DOVE SIAMO

DOVE SIAMO - ANFFAS SEREGNO

ANFFAS NAZIONALE

ANFFAS NAZIONALE - ANFFAS SEREGNO

ANFFAS LOMBARDIA

ANFFAS LOMBARDIA - ANFFAS SEREGNO

CI TROVI SU FACEBOOK

CI TROVI SU FACEBOOK - ANFFAS SEREGNO

ANFFAS SEREGNO

AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO