Home » PARLIAMO DI DIRITTI

PARLIAMO DI DIRITTI


DISABILITÀ: QUANDO IL PREGIUDIZIO DIVENTA FAKE NEWS

Fonte comunicato stampa Fish* - Dalla Gran Bretagna arriva un esempio di come il pregiudizio verso la disabilità, e forse la malafede politica, possano contribuire alla diffusione di fake news con un potenziale enorme danno per i bersagli di tali manovre.

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

3 dicembre: International Day of Persons with Disabilities

“Il 3 dicembre non sia solo una passerella, ma l’occasione per lanciare concretamente il Programma biennale d’azione e iniziare a immaginare percorsi per renderlo operativo”: è questo l’appello che Roberto Speziale, presidente nazionale di Anffas, rivolge oggi al governo, “da cui finora non ci sono giunte notizie di iniziative in programma per la giornata”.

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

ICRIC: scadenza 2018

In questi giorni i titolari di prestazioni economiche collegate allo stato d’invalidità civile stanno ricevendo dall’INPS una lettera che ricorda loro di presentare una dichiarazione di responsabilità relativa all’attestazione della permanenza o meno dei requisiti amministrativi previsti dalla legge per il loro riconoscimento (articolo 1, legge 23 dicembre 1996, n. 662, e legge 24 dicembre 2007, n. 247).

 

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

Una buona cooperazione allo sviluppo fa bene a tutte le persone con disabilità

 Nel mondo le persone con disabilità sono più di un miliardo (il 15% della popolazione mondiale, secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità) e l’82% di esse vivono in Paesi in Cerca di Sviluppo. Il 95% di quelle che vivono nei Paesi poveri non hanno accesso ai servizi riabilitativi e sanitari (380 milioni di persone) né ad appropriati servizi di base, mentre più dell’85% nel mondo non hanno un impiego e solo il 5% dei minori con disabilità hanno potuto accedere a un’educazione formale (l’Unicef calcola in oltre100 milioni i bambini esclusi dalle scuole).

 

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

Pro e Contro Linee Guida per alunni disabili

Linee guida sui servizi per gli studenti con disabilità: opportunità e questioni aperte
Il punto di vista dei territori


Il contributo raccoglie le riflessioni che emergono dai territori riguardo aspetti di cambiamento, questioni poco chiare, potenziali criticità e aspettative a pochi giorni dall’approvazione delle attese linee guida sui servizi di trasporto e di assistenza per gli studenti disabili frequentanti le scuole di secondo ciclo e sui servizi per gli studenti con disabilità sensoriale in relazione a tutti i gradi di istruzione.

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

APE SOCIALE – TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA – IMPORTO - COMPATIBILITÀ

Lunedì 22 maggio 2017 è stato firmato il decreto attuativo sul nuovo anticipo pensionistico, introdotto dal governo con l’ultima legge di Bilancio. Questa la modalità di richiesta: chi matura i requisiti entro il 31 dicembre del 2017 potrà presentare domanda entro il 15 luglio del 2017; invece, chi matura i requisiti entro il 31 dicembre del 2018 ha possibilità di presentarla entro il mese di marzo del prossimo anno. L’Inps risponderà entro il 15 ottobre 2017, per le domande presentate entro luglio 2017 e per le richieste presentate entro il 31 marzo 2018 sarà data risposta entro il 30 giugno del 2018.

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

Ape sociale Ape sociale [17 Kb]

Report Anagrafe della Fragilità 2016

Dal 2005 sul territorio di Monza e Brianza è attivo il progetto Anagradis.Tale iniziativa, fortemente voluta e sostenuta dal territorio ha inteso costituire una banca dati che permettesse ai vari attori uno sguardo sul fenomeno della Disabilità utile soprattutto ai fini programmatori.

La maggiore difficoltà che si è dovuta affrontare nell’avvicinarsi alla quantificazione del fenomeno ha riguardato la definizione dell’oggetto di osservazione. Il concetto di disabilità infatti non denota un attributo intrinseco della persona quanto la relazione che essa intrattiene con l’ambiente. Tale area, quindi, comprende situazioni personali e cliniche molto differenti tra loro, e necessita, per una sua comprensione, lo sviluppo di una visione sistemica all’interno della quale gli aspetti relativi alla persona (condizioni di salute/malattia) vanno considerati in relazione alle limitazioni che essi pongono all’attività in un dato contesto ambientale che può o meno favorire la sua partecipazione.

 

per continuare a leggere clicca sul seguente link

Novità scuola sulla assistenza educativa

08/06/2017

Assistenza educativa, condannata per discriminazione la Città Metropolitana di Milano

Il Tribunale di Busto Arsizio ha riconosciuto la discriminazione indiretta ai danni di uno studente con disabilità che si è visto assegnare un monte ore inferiore rispetto a quello previsto dal piano educativo.

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

 

Guida agevolata sul Dopo di Noi

Carissimi,
ho il piacere di inviarmi, in allegato alla presente, una piccola guida dal titolo “Analisi con
domande e risposte sulla Legge n. 112/2016 e Linee Guida per la sua attuazione – a cura di
Anffas Onlus”.
Tale guida vuole essere uno strumento di semplice ed immediata consultazione, pur non
perdendo il fine dell’esaustività dell’informazione, che può essere utilizzato da familiari di persone con
disabilità, leader associativi, operatori sociali, sanitari e giuridici, nonché dai decisori amministrativi che
necessitano di confrontarsi su quanto indicato dalla Legge n. 112/2016 contenente “Disposizioni in
materia di assistenza in favore di persone con disabilità grave prive del sostegno familiare” e dal suo
decreto attuativo del 23.11.2016, affinché ora, sui territori ci sia una concreta ed aderente attivazione del
tutto.

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

Novità scuola sulla valutazione degli alunni con disabilità

Come sottolineato spesso, il decreto n. 66/17, è dedicato esplicitamente all’inclusione scolastica; tuttavia, altre importanti implicazioni sono contenute nel decreto n. 59, riguardante la formazione dei docenti per il sostegno didattico e nel decreto n. 62/17, concernente la valutazione nel primo ciclo ed esami di stato.

Sulla tematica nei mesi scorsi si era acceso un vivace dibattito in quanto, nel testo presentato in bozza, era previsto il conseguimento del diploma di primo grado solo in caso del superamento di prove d’esame di tipo equipollente, ricalcando in qualche modo quanto previsto per gli esami finali delle scuole di secondo grado.

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

BLOG ANFFAS

DOVE SIAMO

DOVE SIAMO - ANFFAS SEREGNO

ANFFAS NAZIONALE

ANFFAS NAZIONALE - ANFFAS SEREGNO

ANFFAS LOMBARDIA

ANFFAS LOMBARDIA - ANFFAS SEREGNO

CI TROVI SU FACEBOOK

CI TROVI SU FACEBOOK - ANFFAS SEREGNO

ANFFAS SEREGNO

AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO