Home » INFORMAZIONI UTILI

INFORMAZIONI UTILI

Iscrizione a scuola alunni con disabilità. Cosa Fare?

Al momento dell'iscrizione, la famiglia dell'alunno con disabilità, deve rivolgersi alla scuola competente per territorio o ad altra scuola di sua scelta. In questa valutazione è importante tener conto delle opportunità sociali e culturali offerte dal territorio ed è preferibile prendere contatto con i Capi d'Istituto delle varie scuole e consultare il Piano dell'Offerta Formativa per verificare se ci sono tutti i presupposti per un'adeguata integrazione.

Per continuare a leggere l'articolo clicca sul seguente link

IL governo non aggiorna il nomenclatore tariffario

Iniziativa dell'associazione Luca Coscioni: "Se entro 90 giorni non si procederà all'aggiornamento di Lea e nomenclatore, procederemo per le vie legali". La lista degli ausili e delle protesi fornite dal Ssn è ferma al 1999: "ci passano solo quelli obsoleti, mancano le nuove tecnologie. Più che una vergogna, una violenza".

per continuare a leggere clicca sul seguente link

Mobilità: non si può multare un cittadino disabile....

Fonte www.west-info.eu - In Italia, a un cittadino con disabilità basta avere il contrassegno per poter circolare nelle corsie riservate ai mezzi pubblici mentre, non è in nessun modo obbligato a comunicare il proprio numero di targa: per questo motivo, il Giudice di Pace di Milano ha annullato oltre 200 verbali in cui veniva contestata ad un cittadino sempre la stessa infrazione ossia, il non aver trasmesso al Comune i dati della sua nuova auto.

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

Mobilità... Mobilità... [37 Kb]

Orientamento scolastico

 

Dal 1° settembre 2010, per la prima volta nel nostro Paese, entra in vigore la riforma complessiva e simultanea del secondo ciclo di istruzione e formazione. Cambia il volto della scuola secondaria superiore, completamente riorganizzata per offrire un panorama più chiaro per le scelte delle famiglie (6 licei; istituti tecnici suddivisi in 2 settori con 11 indirizzi; istituti professionalisuddivisi in 2 settori e 6 indirizzi). Anche il sistema di istruzione e formazione professionale dicompetenza regionale (IeFP), avrà un ordinamento di rilievo nazionale che prevede qualifiche triennali e diplomi quadriennali già definiti a livello nazionale nella sede tecnica della Conferenza Stato-Regioni. Sono ulteriori opportunità per i giovani, chiamati ad esercitare il proprio diritto-dovere all’istruzione e alla formazione sino al conseguimento di un titolo di studio, oppure di almeno una qualifica professionale triennale entro i 18 anni.

 

Per continuare a leggere clicca sul seguente link

 

SE MIA FIGLIA...

Marta ha 12 anni e aspettava da giorni l’arrivo della scuola: il grembiule pronto, lo zaino all’ingresso, le ricordavano che stava per arrivare il fatidico giorno in cui sarebbe tornata in classe. Per lei, un momento magico: visto che è in carrozzella e non parla, afflitta da una malattia genetica che le comporta una grave disabilità psichica e fisica, la scuola primaria statale Giovanni XXIII, che frequenta a Bresso (Mi) è uno dei pochi posti dove può giocare con altri compagni, imparare, divertirsi.

 

Per continuare a leggere clicca sul link